5x1000/

13.8.15

Tutti No Triv con il... territorio degli altri!

Foto tratta da certastampa.it

Tanta gente ha partecipato alla bella manifestazione "No Triv. Concerto per l'Adriatico" di martedì sera a Roseto degli Abruzzi. Interessati interventi si sono intervallati a buona musica culminata con il concerto di Eugenio Finardi.
Un momento di dibattito ha anche coinvolto alcuni sindaci della costa e il Presidente della Provincia di Teramo.
Certo è stato un po' curioso vedere sul palco anche il Sindaco di Roseto degli Abruzzi e quello di Giulianova che pochi anni fa sono stati tra i principali responsabili del taglio della Riserva regionale del Borsacchio: una scelta molto poco in linea con la difesa dell'ambiente e del nostro territorio. E d'altra parte non ci ricordiamo dai due sindaci e dalle loro amministrazioni azioni concrete neppure quando le ricerche petrolifere hanno riguardato il territorio dei loro comuni, in particolare Roseto degli Abruzzi con l'istanza "Villa Mazzarosa".
Purtroppo questa tendenza a mostrarsi contrari a parole (meglio quando qualcosa riguarda altre amministrazioni) e fare poi poco o niente nei fatti è assai diffusa tra tanti politici. La ritroviamo tra i parlamentari di maggioranza che fanno comunicati contro la petrolizzazione e poi in Parlamento votano gli atti del Governo che stanno trasformando l'Abruzzo da regione verde d'Europa a distretto petrolifero o nei sindaci della costa teatina che marciano contro le trivelle a Lanciano e poi si oppongono da anni alla realizzazione del Parco della Costa Teatina che avrebbe certamente aiutato contro Ombrina Mare.
Un po' più di coerenza non farebbe male... anche in una bella e calda serata d'agosto.