5x1000/

9.12.12

Mediterraneo Bollente



Il Mar Mediterraneo è particolarmente sensibile ai cambiamenti climatici che causano mutamenti meteorologici, biologici, ecologici e sociali. Dal cambiamento delle correnti all'arrivo degli uragani, dall'invasione delle specie aliene allo spostamento delle rotte dei grandi cetacei al crollo della pesca intensiva, all’acquacoltura selvaggia ed all’innalzamento del livello del mare: il “mare nostrum” non è più quello che conoscevano i nostri padri.
Martedì 11 dicembre 2012, alle ore 20,45, presso la Sala Polifunzionale del Comune di Pineto, in via Trieste, una serata sarà dedicata a questo tema con la proiezione del film “Mediterraneo Bollente”, di Eugenio Manghi, ed insieme all’autore sarà sviluppata una introduzione all’argomento a cura di Domenico Cimini del CETEMPS, Centro di Eccellenza di Telerilevamento e Modellistica numerica per la Previsione di eventi Severi, dell’Università degli studi dell'Aquila.
Il film è un invito, rivolto a tutte le culture mediterranee, a lavorare insieme, in pace, per la rinascita del nostro mare ed è stato realizzato grazie al supporto di CNR-Ismar, ENEA, Fondazione CIMA, Università di Pavia, Università del Salento, con la collaborazione dell’Università di Istanbul e dell’Istituto Oceanografico e Limnologico di Tel Aviv e con il patrocinio della Città di Venezia, di Federparchi e dell’Istituto Tethys.
L’ingresso è gratuito e l’invito è rivolto a tutti: adulti, bambini e anziani, ricercatori, studiosi e studenti, appassionati e curiosi. Il film è per tutti, particolarmente appassionante ed apprezzato ovunque presentato e proiettato.