14 ottobre

21.6.17

Martinsicuro: lavorare insieme persicurezza idraulica e tutela di habitat naturali

Il WWF Teramo ha scritto al Sindaco di Martinsicuro e ad altri enti per segnalare una problematica che attiene la “pulizia” del Fosso Ottone e più in generale delle aree di pregio.
Il Sindaco del comune costiero, infatti, riprendendo una precedente disposizione comunale, ha emesso un’ordinanza nei confronti di una serie di soggetti privati affinché procedano a eliminare la vegetazione presente in determinate aree, compresa quella adiacente al Fosse Ottone che riveste una certa importanza dal punto di vista naturalistico.
Il Fosso in questione costituisce un habitat naturale per la riproduzione dell’avifauna, sia stanziale che migratoria, e un corridoio ecologico per il passaggio e il riparo di specie animali, anche protette, tra cui l’istrice, il capriolo, il tasso, ecc.. I periodi di sfalcio indicati dall’Ordinanza (da maggio a settembre), peraltro, sono i meno adatti in quanto coincidono con i periodi riproduttivi della fauna e con la maggiore presenza di uccelli migratori e di animali selvatici, compresi cuccioli che necessitano di luoghi di ricovero con vegetazione naturale dove sostare in sicurezza.
Inoltre, alcune delle aziende destinatarie dell’Ordinanza, sono aziende biologiche certificate che devono utilizzare metodi di coltivazione rispettosi dell’equilibrio ambientale, sia dei terreni strettamente utilizzati per la produzione agricola, sia dei terreni confinanti, in modo da conservare il più possibile i cicli naturali della produzione agricola, cicli dove la presenza di avifauna e di fauna locale riveste un’importanza fondamentale.
Il WWF comprende bene l’esigenza del Comune di garantire la sicurezza idraulica del Fosso, ma questa può essere assicurata senza compromettere la conservazione di habitat naturali.
Per questo il WWF ha offerto la propria collaborazione gratuita al Comune per rivedere tempi e modalità di pulizia, suggerendo che per le aree che costituiscono un corridoio ecologico collegato al biotopo di Martinsicuro si potrebbero ipotizzare interventi mirati. Si potrebbe così predisporre in tempi rapidi un disciplinare che consenta di tutelare l’ambiente collinare e i corridoi ecologici, garantendo al contempo la sicurezza del territorio.