5x1000/

8.9.12

Il mare che unisce


Domenica 9 settembre approda a Giulianova la seconda edizione de “L’Italia in barca a vela: il mare che unisce”, progetto promosso Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in collaborazione con la Federazione Italiana Vela, la Lega Navale Italiana ed il Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, con l’adesione del WWF Italia.
Il progetto, nato su iniziativa del MIUR, propone un’esperienza formativa e altamente educativa agli studenti italiani delle Scuole Secondarie di II Grado, a partire dagli iscritti al terzo anno, e si sviluppa attraverso la realizzazione di otto crociere-scuola che a tappe toccheranno diversi porti della penisola. Ad ogni tappa della crociera, effettuata con quattro barche a vela, si alterneranno una serie di equipaggi.
L’appuntamento a Giulianova è alle ore 16:30 di domenica 9 settembre davanti al Circolo nautico dove si svolgerà l’incontro dei ragazzi con i rappresentanti e gli esperti degli enti e delle associazioni che promuovono l’iniziativa.
“L’Italia in barca a vela: il mare che unisce” è un progetto improntato ai valori della cultura della sicurezza in mare e del rispetto dell’intero ecosistema e si svolge in barca, luogo perfetto dove sperimentare quotidianamente le regole della convivenza civile e della libertà reciproca.
L’edizione 2012 dell’iniziativa si pone una serie di finalità tra le quali: educare al rispetto dell’ambiente, alla salute, allo sport, alla solidarietà, all’integrazione ed all’inclusione sociale e scolastica, promuovere la conoscenza del mare ed il turismo scolastico, favorire l’autonomia, la condivisione, il piacere della libertà e del sapere, superare le diversità e prevenire la dispersione scolastica. Inoltre, attraverso la navigazione, desidera far rivivere ai partecipanti i momenti più importanti della storia culturale, sociale, politica ed economica d’Italia. Infine, il progetto intende avvicinare i giovani alla vela, trasmettere il valore etico dello sport, il fair play e il senso della sana competizione.
Particolare attenzione anche agli aspetti ambientali. Il Mediterraneo ospita una incredibile diversità culturale, sociale, politica, economica e biologica con l’8% della biodiversità marina mondiale e ben il 28% di specie endemiche. Eppure, questo patrimonio, di così elevata valenza, è ben lungi dall’essere trattato con le dovute cure e attenzioni. Al contrario, è sottoposto ad una pressione antropica estrema che lo porta ad essere inquinato, degradato, sfruttato oltre misura.
Per questo il WWF Italia ha lanciato la campagna “Per un Mediterraneo di qualità” http://mediterraneo.wwf.it/ di cui anche questa regata fa parte. L’obiettivo è la sensibilizzazione di governi, amministrazioni e cittadini per lo sviluppo di un sistema di gestione integrato delle coste e dei mari, dove la salvaguardia degli ecosistemi vada di pari passo con un utilizzo sostenibile ed una netta riduzione dell’inquinamento e degli impatti derivanti da attività umane quali pesca, turismo, navigazione e traffico marittimo, produzione energetica, urbanizzazione e industrializzazione costiera.
La navigazione è iniziata il 3 settembre da Trieste per concludersi il 9 ottobre a Genova.
Gli studenti che partecipano all’edizione 2012 sono circa 300 e provengono da tutto il territorio nazionale. Gli istituti coinvolti sono complessivamente 49 (33 Istituti Scolastici, 8 Istituti Nautici, 8 Istituti Alberghieri IPSEOA) e si avvicenderanno nelle 28 tappe previste per fare il periplo della penisola.
Ogni crociera sarà effettuata a bordo di quattro barche vela (due Cyclades 50.5, un Bavaria 49 e un Delphia 47) sulle quali saliranno gli studenti. Ogni equipaggio è composto da 10 persone: uno skipper, un allievo di un Istituto Nautico che farà esperienza diretta al fianco dello skipper, un allievo IPSEOA che si occuperà della cambusa e della cucina, sei studenti degli altri istituti e un docente accompagnatore.
A bordo, gli studenti saranno impegnati in corsi di vela e navigazione, corsi di gestione dell’imbarcazione e della cambusa, lezioni di biologia marina, lezioni di educazione alimentare e saranno chiamati a preparare ricette legate alla tradizione e ai prodotti dei porti d'approdo. Inoltre dovranno studiare le costellazioni, scrutare il cielo e osservare il movimento delle stelle. Ai ragazzi sarà richiesto anche di tenere un diario di bordo su cui annotare pensieri, commenti, riflessioni e raccogliere materiale fotografico e video che testimoni la loro esperienza. Questo materiale una volta terminato il progetto verrà raccolto e utilizzato per una mostra ed una pubblicazione dedicata a questo singolare percorso formativo.

Le 8 crociere con le rispettive tappe e gli Istituti che parteciperanno al progetto:
Crociera 1 (3-7 settembre): Trieste - Venezia - Isola di S. Giorgio - Ravenna - Pesaro.
Scuole coinvolte: Istituto Nautico Leone Acciaiuoli di Ortona, IPSEOA Capaccio di Capaccio/Paestum, IIS Da Vinci di Potenza, ITC Gasparrini di Melfi, Istituto Magistrale Vico di Sulmona, Liceo Scientifico Da Vinci di Pescara.
Crociera 2 (9-12 settembre): Giulianova - Isole Tremiti (Vieste) - Manfredonia - Bari.
Scuole coinvolte: Istituto Nautico Giovanni XXIII di Salerno, IPSEOA Virtuoso di Salerno, ISIS Il Pontormo di Empoli, IIIS Fermi di Modena, ITI Galileo Galilei di Bolzano, Liceo Scientifico Enriques di Livorno.
Crociera 3 (14-17 settembre): Brindisi - Santa Maria di Leuca - Gallipoli - Poliporo.
Scuole coinvolte: Istituto Nautico San Giorgio di Genova, IPSEOA Pellegrino Artusi di Riolo Terme, IPSS Sibilla Aleramo di Roma, Ist. Tecnico Economico Filangieri di Formia, Liceo Scientifico Ettore Maiorana di Desio, Liceo Scientifico Galilei di Gozzano.
Crociera 4 (18-21 settembre): Polioro - Cariati - Corigliano - Crotone - Reggio Calabria.
Istituto Nautico Cappellini di Livorno, IPSEOA Bergese di Genova, Settore Economico Indirizzo Turismo di Castelletto di Brenzone, Liceo Scientifico Galilei di Borgomanero, Liceo Scientifico Paleocapa di Rovigo, IIS d’Adda di Varallo Sesia, Ist. Tecnico Commerciale Vico di Salerno.
Crociera 5 (23-26 settembre): Reggio Calabria - Lipari - Maratea - Salerno.
Istituto Nautico La Pira di Pozzallo, IPSEOA di Nicolosi, ITCG Enzo Ferruccio Corinaldesi di Senigallia, IIS di Falconara Marittima, Liceo Classico Petrarca di Trieste, ISIS Carducci di Trieste.
Crociera 6 (29 settembre-2 ottobre): Salerno - Napoli - Ventotene - Roma/Ostia.
Istituto Nautico Rotondi di Manfredonia, IPSEOA di Tortolì, ITC Einaudi di Canosa di Puglia, IIS Mossa Brunelleschi di Oristano, IIS Vespucci di Gallipoli, Istituto Tecnico Tecnologico Volta di Perugina.
Crociera 7 (2-5 ottobre): Roma/Ostia - Riva di Traiano - Punta Ala - Isola d’Elba.
Istituto Nautico Volterra di Ancona, IPSEOA Marco Pittoni di Pagani, IIS Vaccarini di Catania, Liceo della Comunicazione Caterina di Maggio di Partitico, Istituto Tecnico Ciliberto di Crotone, Liceo Scientifico Volta di Reggio Calabria.
Crociera 8 (6-9 ottobre): Isola d’Elba - Livorno - La Spezia - Genova.
Istituto Nautico Ugo Tiberio di Termoli, IPSEOA di Vinchiaturo di Campobasso, Istituto d’Arte Grandi di Sorrento, IIS Cuoco Fascitelli di Isernia, Istituto C.F.P. Opera Armida Barelli di Levico Terme, Istituto C.F.P. Veronesi di Rovereto.