5x1000/

12.9.16

Una nuova Europa per le persone, il Pianeta e il benessere di tutti

Appello comune di 177 Associazioni e Sindacati in vista del prossimo vertice di Bratislava.
Bruxelles, 12 settembre 2016
 
L'Europa è a un bivio e il futuro della cooperazione europea e i vantaggi che ne derivano sono in pericolo. Questo tocca il futuro della nostra società e il modo in cui vogliamo essere visti dal resto del mondo. Riguarda il futuro del nostro Pianeta e il tipo di Europa in cui i nostri figli cresceranno. La crisi attuale mette in evidenza l'urgenza di riflettere su questioni fondamentali: come possiamo garantire che il progetto europeo recuperi la sua promessa di pace, democrazia e solidarietà? Come può l'Europa lavorare per il suo popolo?
Troppe persone in tutta Europa sono insoddisfatte e deluse dall’Unione Europea (UE) e si sentono lontane dalle sue istituzioni e dalle sue politiche. Ma esistono in tutta Europa anche gruppi di politici impegnati, sindacati, comunità e organizzazioni non governative pronte ad agire e lavorare per un’Europa rinnovata. Insieme, siamo in grado di plasmare un'Europa globale, aperta, giusta, sostenibile, e che lavori per le persone di ogni età, estrazione sociale e nazionalità.
Da dove partire per costruire l'Europa che vogliamo e di cui abbiamo bisogno?
 
Rifiutare soluzioni populiste.
Questa crisi di fiducia arriva nel momento in cui la gente affronta difficoltà enormi come la diminuzione del tenore di vita e del potere di acquisto, l'aumento del lavoro precario, il disagio creato da politiche di austerità, l'ansia creata dall’arrivo dei migranti sulle nostre coste, e l’impatto del cambiamento climatico e della distruzione dell'ambiente. Proprio nel momento in cui le persone cercano risposte, l’euroscetticismo e il nazionalismo, l'intolleranza e la disinformazione stanno vincendo sull’idea di cooperazione, umanità e solidarietà. Dobbiamo tutti – leader, media e individui – farci sentire in ogni occasione e agire contro la divisione e l’emarginazione dei gruppi ‘diversi’ della società, e contro coloro che approfittano delle paure per propri fini politici.
 
Affrontare le sfide insieme.
Molte delle sfide che attendono l'Europa - quali le disuguaglianze, il cambiamento climatico, l’esaurimento delle risorse naturali e un’economia globale che avvantaggia un numero ristretto di persone - possono essere meglio affrontate tutti insieme piuttosto che singolarmente da ogni Paese.
L’UE, che incarna la cooperazione e la collaborazione internazionale, ha bisogno di essere leader nel garantire uno sviluppo sostenibile e globale, nel promuovere i diritti umani, e nell’assicurare movimenti migratori dignitosi, in cui i rifugiati siano i benvenuti e tutti si sentano al sicuro.
 
Combattere per un'Europa sociale sostenibile, per le persone e per il nostro Pianeta.
C’è bisogno di un cambiamento decisivo e di trasformazione nella volontà politica, nella direzione e nell’azione della politica. Questa visione è ben definita nell'Agenda delle Nazioni Unite del 2030 per lo sviluppo sostenibile, in cui al centro dello scenario ci sono la salute e il benessere delle persone, la giustizia sociale, la protezione dell'ambiente, la democrazia e la trasparenza. Guidati da questo programma, le politiche economiche dell’UE devono andare di pari passo con forti politiche sociali ed ambientali. Il mercato unico dell'UE e le politiche internazionali devono promuovere regole applicabili che tutelino i lavoratori, i consumatori, tutti i cittadini - uomini e donne, giovani ed anziani - e il pianeta. Le politiche dell'UE devono sostenere la democrazia, il dialogo, ed una maggiore uguaglianza all'interno e all'esterno dell'UE. Abbiamo bisogno di un'Europa che miri a migliorare le condizioni di vita di tutti.
 
Impegnarsi per un’Europa migliore e non per meno Europa.
La tendenza attuale a indebolire le istituzioni dell'Ue e a ridurre le tutele per le persone e il Pianeta in nome della 'deregulation' non è la risposta. Le politiche economiche attuali di riduzione del deficit e aumento della 'competitività' hanno promosso un'interpretazione troppo restrittiva della crescita e i profitti aziendali non si sono tradotti in miglioramenti salariali dei lavoratori o della vita delle persone.
E’ stato proprio questo tipo di politica, ‘Europa sì, ma non troppo', ad aver alienato le persone lasciandogli una sensazione di impotenza e di abbandono. Ora abbiamo bisogno di iniziative europee nuove ed avanzate per offrire vantaggi tangibili alle persone e per riconquistarne la fiducia. Europa ‘migliore' è laddove l'azione congiunta dei suoi membri crea benefici tangibili per le persone e il Pianeta. Questo include una nuova attenzione per l'uguaglianza e l'inclusione, un rilancio del modello sociale europeo che dia un lavoro dignitoso, posti di lavoro qualificati e migliori condizioni di vita, una forte tutela ambientale, azioni significative sul cambiamento climatico e uno sforzo comune per accogliere e integrare i migranti.
 
Ascoltare e coinvolgere.
I leader dell’UE, i primi ministri, i presidenti, le personalità e i parlamentari devono ascoltare ed essere coinvolti attivamente con i cittadini di ogni età ed estrazione sociale per capire e rispondere meglio alle preoccupazioni della gente e per proporre una nuova visione positiva dell'Europa. Tutti, e forse i giovani in particolare, debbono essere coinvolti più attivamente nelle decisioni che impattano sul nostro futuro. Insieme, siamo in grado di decidere ed agire sui temi che contano.
 
Perorare la causa per l’Europa.
Abbiamo bisogno di un dialogo autentico, democratico e inclusivo sul futuro dell'Europa e su come l'UE possa fornire benefici tangibili per i cittadini europei. Noi siamo pronti a svolgere un ruolo attivo in questo dialogo, e a lavorare ancora più duramente per sostenere la causa dei benefici che il lavoro comune ha portato finora ai cittadini europei, e dei valori sui quali questa Unione si fonda.

L'appello "Per le persone, per il Pianeta e per la prosperità globale" è promosso da WWF, Concord (Confederazione europea delle ONG per gli interventi umanitari e di sviluppo) e Etuc (European Trade Union Confederation) ed è stato sottoscritto da 177 associazioni europee.

 
European and International signatories
ACT Alliance EU
ActionAid International
ADG
Africa e Mediterraneo
AGE Platform Europe
ANME - Association for Natural Medicine in Europe
BirdLife Europe
BLOOM ASSOCIATION
CARE International
Civil Society Europe
Climate Action Network Europe
COFACE Families Europe
CONCORD
Culture Action Europe
Don Bosco International
Don Bosco Youth Network West Africa
Dynamo International - Réseau International des
Travailleurs sociaux de rue
EASPD
EFFAT
ENAR - European Network Against Racism
ENNA - European Network of National Civil
Society Associations
ENSIE - European Network of Social Integration Enterprises
ERGO Network
Eurocadres – Council of European Professional and Manageral Staff
Eurochild
Eurodiaconia
EuroHealthNet
European Anti Poverty Network (EAPN)
European Central Council of Homeopaths
European Citizen Action Service (ECAS)
European Confederation of Independent Trade Unions (CESI)
European Disability Forum
European Environmental Bureau
European Federation of Building and Woodworkers
European Federation of Public Service Unions
European Humanist Federation
European Institute Foundation
European Institute of Women’s Health
European Medical Students' Association
European Movement International
European Network for Smoking and Tobacco
Prevention (ENSP)
European Parents' Association
European Public Health Alliance
European Race and Imagery Foundation (ERIF)
European Trade Union Confederation (ETUC)
European Transport Safety Council
European Transport Workers' Federation
European Volunteer Centre (CEV)
European Women's Lobby
European Youth Forum
Fair Trade Advocacy Office
FEANTSA
Fédération Européenne des Femmes Actives en Famille
FEMS - European Federation Salaried Doctors
Friends of the Earth Europe
Fundación Jóvenes y Desarrollo
Greenpeace
HEAL - Health and Environment Alliance
Housing Europe
IBFAN Africa
IBFAN Europe
IBFAN LATIN AMÉRICA AND CARIBBEAN
ICSW - International Council on Social Welfare
IFSW-Europe - International Federation of Social Workers Europe
IGLYO
ILGA-Europe - European Region of the International Lesbian, Gay, Bisexual, Trans and Intersex Association
International Baby Food Action Network (IBFAN)
International Disability and Development
Consortium (IDDC)
International Federation of Medical Students'
Associations (IFMSA)
International Planned Parenthood Federation
European Network
International Union of Tenants (IUT)
Light for the World International
Mental Health Europe
Migrant Tales
Misiones Salesianas
Naturefriends International
Network of European LGBTIQ* Families Associations (NELFA)
Oxfam International
PICUM - Platform for International Cooperation on Undocumented Migrants
Plan International
Social Platform
SOLIDAR
SOS Children's Villages International
The Club of Rome EU-Chapter
The European Federation of Older Persons - EURAG
The Oslo Times
The Salvation Army EU Affairs Office
Transport & Environment
UNI Europa
Volonteurope
World Vision
WWF
YES Forum

National and regional signatories
ACT Grupa
Active Retirement Ireland
AEPADO - European Association for the Defense of Human Rights
Alaturi de Voi Romania Foundation
Albanian Society for All Ages (ASAG)
All Ears TM
arbeit plus - Social Integration Enterprises Austria
Artenave Atelier - Associação de Solidariedade
Asociación Nacional Presencia Gitana
ASPUR
ATDAL Over40
Ateliere Fara Frontiere
Atelierul de panza SRL
Ateljee vzw
Baby Milk Action/IBFAN UK
BAGSO
BirdLife Finland
BirdWatch Ireland
Bulgarian Red Cross
CEIPES Belgium
Centar za životnu sredinu/FoE Bosnia and Herzegovina
Center for Equality Advancement
Centre for Peace Studies, Zagreb
CHEN, patient fertiltiy association, Israel
Conference of Religious of Ireland and Irish Missionary Union
Conseil de la Jeunesse
Consorzio di cooperative sociali EVT
Consorzio Sociale Abele Lavoro
Coordination SUD
CRIES
Cultúr Migrants Centre
Czech Society for Ornithology
De Omslag
EcoPolítica
ENEA apa
Estonian Green Movement
Estonian Human Rights Centre
FAEDEI - Federación de Asociaciones
Empresariales de Empresas de Inserción
FATEC (Federació d'Associacions de Gent Gran de Catalunya)
Federació d'Organitzacions Catalanes de Gent
Gran, Dones i Família - FOCAGG
Fédération des entreprises d'insertion
Filipino Women's Council
FONSS – Federatia Organizatiilor Neguvernamentale pentru Servicii Sociale din Romania
France Nature Environnement
Friends of the Earth Cyprus
Friends of the Earth Finland - Maan ystävät ry
Fundació Trinijove
Generation 2.0 Rights, Equality & Diversity
Generation Earth
Hellenic Ornithological Society
Initiative for Development and Cooperation
Inter Environnement Wallonie
JURATRI
KISA - Action for Equality, Support, Anti-Racism
Latvian Ornithological Society
Liga para a Protecção da Natureza
Lipu BirdLife Italy
Mayo Intercultural Action
NABU - Nature and Biodiversity Conservation
Union (German partner of Birdlife International)
National Youth Council of Ireland
natur&emwelt
Natuurpunt
Northern Ireland Council for Ethnic Minorities
Old'up
OVN -NL
Polish Society for the Protection of Birds
QED Foundation
RESIT - Rede de Empresas Sociais de Inserção pelo Trabalho
Roma Community Centre Vilnius
Slovenian Coalition for Public Health, Environment and Tobacco Control
Social Firms England
SOF – BirdLife Sverige
SOS/BirdLife Slovakia
Sport Against Racism Ireland
SST vzw
Stichting Laka
Tallinn Children's Hospital Foundation
The Integraiton and Support Unit
türkiye emekliler derneği
BirdLife The Netherlands
volare a s.stefano
WERVEL - Working Group for a Fair and Responsible Agriculture
Youth for Human Rights Denmark
Združenie Slatinka