5x1000/

1.7.16

Ancora turbosoffianti nell'AMP Torre di Cerrano

Il divieto di pesca per le turbosoffianti è nuovamente violato nell'Area Marina Protetta Torre del Cerrano.
Alcune imbarcazioni ieri mattina hanno gettato la draga sui fondali protetti in barba ai divieti e alle denunce degli scorsi anni. L'azione di ieri mattina non è isolata: nei giorni scorsi altre situazioni simili sono segnalate da semplici cittadini. Che siano singoli operatori o gruppi organizzati, ciò dimostra che qualcuno ancora non ha il dovuto rispetto per l'area protetta e per la legalità.
Inoltre, stante la devastazione condotta nel resto del mare al di fuori nel piccolo tratto protetto, fa sempre più gola il serbatoio di biodiversità che è diventato il parco marino.
Tali azioni si spera non rimangano impunite, visto che il Consorzio di Gestione dell'AMP sta attivando un sistema di videosorveglianza che faciliterà il compito degli organi di controllo.