14 ottobre

26.11.15

In bici a Teramo con lo sguardo rivolto a Parigi!

Sabato 28 novembre il WWF Teramo, insieme al Coordinamento ciclabili dell’Abruzzo teramano, MTB Teramo e FIAB Teramo, organizza una biciclettata lungo le vie cittadine di Teramo con partenza alle ore 16:30 in Largo Madonna delle Grazie.
La biciclettata di Teramo si inquadra nelle iniziative del WWF sul clima in vista della Conferenza dell’ONU COP21 sui mutamenti climatici che si terrà a Parigi dal 30 novembre all’11 dicembre e precede di un giorno la grande Marcia per il clima che si terrà a Roma domenica 29 novembre.
“Mentre i Governi di oltre 190 Paesi si stanno per riunire a Parigi per trovare un accordo fondamentale per il clima, chiediamo ai teramani di compiere un gesto semplice, ma importante come percorrere le strade della nostra città in bicicletta”, dichiara Claudio Calisti, Presidente del WWF Teramo. “I cittadini di tutto il mondo si stanno mobilitando per chiedere ai propri rappresentanti alla COP21 di Parigi un accordo ambizioso che possa assicurare un futuro giusto e sostenibile per tutto il Pianeta. Usare la bicicletta tutti i giorni fa parte di quelle azioni quotidiane che ognuno di noi può compiere per migliorare la vivibilità delle città: anche così che si combatte la petrolizzazione dell’Abruzzo e l’inquinamento determinato dalle fonti energetiche fossili. A Teramo c’è bisogno di scelte strategiche sulla mobilità: percorsi ciclabili protetti, chiusura al traffico privato di tutto il centro storico e strade con limiti di velocità a 30 km/orari sono azioni che possono essere fatte subito per consentire di usare la bici per andare a scuola o al lavoro in sicurezza, migliorando la vita a Teramo e contribuendo alla lotta ai cambiamenti climatici”.
La biciclettata attraverserà tutto il centro cittadino con il seguente percorso, concordato con la Polizia Municipale di Teramo: partenza dai Giardini della Madonna delle Grazie - C.so De Michetti - C.so Cerulli - P.zza Martiri - C.so San Giorgio (fino a inizio cantiere) - Via Forti - Via Delfico - Via dell'Arco - C.so San Giorgio - Via Albi - Viale Mazzini - P.zza Dante - Via Carducci - Via Delfico (a salire) - Via Albi (a scendere) - C.so San Giorgio - Via dell'Arco - Via Delfico (a scendere) - Via Forti - C.so San Giorgio – arrivo in P.zza Martiri della Libertà.
In Piazza Martiri della Libertà sarà allestito un banchetto informativo del WWF dove sarà possibile sottoscrivere la petizione nazionale con il quale chiedere al Governo Renzi di avviare un piano di rapida uscita dal carbone con tappe precise e verificabili per la chiusura delle centrali a carbone, ad iniziare da quelle più vecchie. Il carbone, infatti, è il combustibile fossile più pericoloso per l’ambiente e la salute, tanto che si calcola che in Europa la combustione del carbone provoca ogni anno oltre ventimila morti premature!