14 ottobre

20.11.15

Fiumi teramani ancora sotto attacco!

Il WWF Teramo ha inviato una segnalazione al Corpo Forestale dello Stato nella quale si evidenzia due gravi episodi di inquinamento del Fiume Tordino e del suo affluente, il torrente Fiumicino.
Le acque e il fondo del Fiume Tordino appaiono completamente neri a valle del ponte della strada provinciale San Nicolò – Castellalto – Canzano; stesso stato per il torrente Fiumicino nel tratto a valle del ponte della ferrovia, poco a monte della confluenza nel Fiume Tordino. Ad un primo esame il tratto alterato sembra iniziare sul Fiumicino per poi trasferirsi al Tordino dopo la confluenza tra i due corsi d’acqua.
“Per l’ennesima volta dobbiamo segnalare episodi di inquinamento dei nostri corsi d’acqua”, dichiara Claudio Calisti, presidente del WWF Teramo. “Sulla base di casi analoghi degli anni precedenti dovrebbero essere scarichi illegali di sostanze derivanti da attività di frantoi. L’acqua e il fondo dei due corsi d’acqua sono di colore nero scuro. Si deve intervenire subito per verificare cosa è successo e bloccare questi comportamenti da irresponsabili. Chi fa queste cose, oltre a commettere un reato perché danneggia l’ecosistema fluviale, determina un danno all’economia di tutta la provincia: è inutile all’inizio dell’estate disperarsi perché il mare non è balneabile e i turisti scappano se non si fa qualcosa per fermare queste situazioni. Gli imprenditori onesti dovrebbero essere i primi a chiedere una seria politica di controlli e repressione di tali comportamenti illeciti”.