5x1000/

15.2.14

Autodromo di Montorio al Vomano, in arrivo una colata di asfalto e cemento?

Domani, domenica 16 febbraio, il Consiglio Comunale di Montorio al Vomano sarà chiamato a pronunciarsi su una proposta di variante al Piano Regolatore Generale finalizzata a consentire la costruzione di un autodromo in località San Mauro.
Per realizzare questo intervento, infatti, è necessario modificare lo strumento urbanistico comunale che non prevede in quell’area la possibilità di costruire.
L’area interessata sarà infatti completamente stravolta e saranno necessari enormi lavori il cui costo si dovrebbe aggirare sui 30 milioni di euro di cui ad oggi ne sono stati messi a disposizione solo una minima parte.
L’opera comporterebbe lo stravolgimento di un’intera area collinare che dovrebbe essere sbancata e livellata per fare posto ad una pista lunga circa 4 km e larga 10 metri: una colata di cemento ed asfalto che andrebbe ad occupare un’area agricola, contribuendo ulteriormente alla cementificazione del nostro territorio.
Senza considerare poi che nelle vicinanze dell’area sorge una piccola frazione i cui abitanti hanno manifestato in maniera netta la propria contrarietà all’opera, preoccupati per l’impatto che la stessa avrà sulla loro vita e sulle loro attività.
“L’idea stessa di realizzare un autodromo nel mezzo di un’area agricola è sbagliata”, dichiara Claudio Calisti, Presidente del WWF Teramo. “Opere di questo tipo, se devono essere realizzate, andrebbero localizzate in aree già utilizzate in passato ed ora abbandonate: possibile che non si sia potuto individuare una delle tantissime aree dismesse dove realizzare una pista automobilistica? Perché, nonostante i problemi legati alla sbagliata gestione del territorio a cui abbiamo assistito in questi anni, si insiste sulla cementificazione delle aree verdi? E come si fa a definire “ambientalmente compatibile” la trasformazione di un’area collinare agricola in una distesa di asfalto? Anzi, è veramente paradossale che il nome di un simbolo della natura come il Gran Sasso, sia utilizzato per un autodromo!”.
Il WWF auspica che il Consiglio Comunale di Montorio al Vomano voglia mantenere le previsioni urbanistiche che esso stesso si è dato attraverso il Piano Regolatore Generale, confermando la non edificabilità dell’area scelta per la realizzazione dell’autodromo.