café

café

25.1.18

Salvafratino 2018, si parte!

Fratino (Ph Marco Cirillo)
Si svolgerà domani, venerdì 26 gennaio 2018, a Pineto un workshop dedicato al Fratino, piccolo uccello migratore che nidifica lungo le nostre coste nel periodo primaverile durante il suo viaggio da sud a nord del Mediterraneo.
Il programma prevede una uscita sul territorio con una passeggiata lungo la costa con appuntamento a Villa Filiani, al centro di Pineto, alle ore 10. Una camminata fino a Torre Cerrano, la visita della Torre e il rientro poi a Villa Filiani lungo la pineta, dove a partire dalle ore 15,30, nella sala Corneli di Villa Filiani a Pineto, si terrà l’incontro pubblico, organizzato appositamente sotto forma di Tavola Rotonda, per fare il punto sulla situazione del “Progetto Salvafratino”.
Nel corso della camminata le Guide del Cerrano illustreranno le meraviglie dell’Area Marina Protetta e spiegheranno il comportamento del Fratino lungo le nostre spiagge, mente nell’incontro in aula verranno illustrati i risultati raggiunti nell’anno appena passato.
La partecipazione alla giornata di workshop è libera e gratuita.
All'evento aderiscono il WWF Abruzzo, che porta avanti il Progetto Salvafratino con l'Area Marina Protetta Torre di Cerrano anche grazie alla convenzione approvata lo scorso anno, il Coordinamento Nazionale Conservazione Fratino, che sviluppa a livello europeo la raccolta dati che avviene anche in Abruzzo, e infine, l’Associazione Guide del Cerrano, sempre attive sia come volontari nei censimenti e monitoraggi che nell’importante compito della divulgazione ed educazione ambientale.
Il Fratino è tutelato dall’Europa grazie ad alcune convenzioni siglate negli ultimi anni ed in particolare dalla Direttiva “Uccelli” 79/409 CEE. L’Area Marina Protetta, sito Natura2000, rappresenta un vero baluardo per la sua salvaguardia, visto che la minaccia più grande per la sua conservazione è rappresentata dalla distruzione e manomissione delle dune e delle spiagge che sceglie per nidificare. Mezzi meccanici per la pulizia dell’arenile, disturbo delle persone durante la cova e, infine, non ultimi, i cani lasciati liberi sulla spiaggia (possibilità quest’ultima rigorosamente vietata in AMP, infatti, dal 1 marzo al 30 luglio ai sensi dell’art. 4 c. 6 del Regolamento di Esecuzione e Organizzazione) sono i peggiori nemici dell’uccellino.